Cinema e Spettacolo

Clara Schumann: una musicista romantica

today24 Gennaio 2022

Sfondo

Musicista e compositrice che, nonostante la tragica vita segnata da lutti e dolori, è riuscita ad affermarsi come una delle più importanti piatiste dell’epoca romantica.

“La mia immaginazione non può figurarsi una felicità più bella di continuare a vivere per l’arte.”

Clara Schumann

Biografia

Infanzia

 Clara Josephine Wieck Schumann, la secondogenita di cinque figli, nacque il 13 settembre del 1819 a Lipsia, in Germania.

I suoi genitori, Friedrich Wieck e Marianne Tromlitz, erano entrambi molto legati al mondo della musica. Infatti il padre, dopo aver studiato teologia, fondò una fabbrica di pianoforti e si dedicò all’insegnamento del pianoforte mentre la madre, la quale discendeva da una famiglia di musicisti dal calibro di Jhoann George Tromlitz, un celebre flautista e compositore, era una cantante ed una pianista.

Fin dalla tenera età le venne impartita un educazione musicale. A soli cinque anni, infatti, il padre iniziò a darle lezioni di pianoforteimponendole un metodo di studio particolarmente duro che suscitò alcune lamentele da parte della figlia come testimoniano i suoi diari.

Il debutto come musicista

Il 20 ottobre del 1829 Clara esordì in un concerto a quattro mani con un’altra allieva del padre. Da qui ebbe inizio la sua grande carriera da concertista che la vide performare varie volte sotto lo stretto controllo del padre, il quale, prima dell’esibizione, si accertava che tutto fosse al suo posto, anche arrivando a riparare e ad accordare lo strumento se esso non lo soddisfaceva.

All’età di 18 anni venne nominata virtuosa da camera dell’Imperatore a Vienna. Lo stesso Chopin la vide performare a Parigi nel 1831 e ne rimase molto colpito. Godette dell’ammirazione di vari compositori primo fra i quali Robert Schumann, con cui si sposò il 12 settembre del 1840 anche se il padre si oppose fermamente al matrimonio in quanto non credeva nelle doti da compositore dell’uomo di cui invece la figlia era fervidamente innamorata. La loro unione fu molto felice e da essa nacquero ben otto figli.

La vita coniugale

I due, entrambi talentosi musicisti, dovettero trascurare a turno le proprie carriere per aiutare quella dell’altro. Erano soliti consultarsi per questioni musicali e assistere insieme a vari concerti. Inoltre condividevano amicizie come quella di Felix Mendelssohn e, a partire dal matrimonio, tennero un diario a quattro mani dove annotavano gli avvenimenti più salienti delle loro vite. 

Nel 1843 a Robert venne affidata la cattedra di pianoforte del Conservatorio di Lipsia che detenne per un anno. Infatti nel 1844 Clara partì per una Tournée in Russia e lui la dovette accompagnare. Una volta tornati si trasferirono a Dresda dove Robert fondò un circolo di artisti di cui fece parte anche Wagner.

La malattia di Robert

Qui Robert iniziò ad avere i primi sintomi di disturbi psicotici. Proprio essi porteranno il musicista ad essere rinchiuso presso il manicomio di Bonn dove morì dopo due anni il 29 luglio del 1859.

La morte dell’adorato marito fece sprofondare Clara nel dolore e nello sconforto. La sua attività da concertista però continuò, fu proprio lei una delle artefici della fama del marito in quanto si occupò della diffusione e dell’interpretazione delle sue opere. Inoltre in questi anni aiutò il giovane musicista Brahms, il quale affascinato dalla sua figura si innamorò di lei.

Gli ultimi anni

Fra il 1873 e il 1875 soffrì di gravi dolori alle braccia, causati molto probabilmente da una sindrome di sovraccarico. A causa di essi dovette diradare i suoi impegni evitando di eseguire pezzi troppo difficili. Nel 1878 ottenne la cattedra di pianoforte all’Università della musica di Francoforte.

Il 12 marzo del 1891 a Francoforte eseguì il suo ultimo concerto portando le variazioni su tema di Haydn di Brahms. Si spense il 20 maggio del 1896 a Francoforte dopo essere stata colpita da un ictus.

Oggi riposa accanto al marito nel cimitero di Bonn.

Composizioni della musicista

Fra il 1828 e il 1853 si dedicò, oltre all’attività concertistica, anche all’attività compositiva. Compose vari Lieder e pezzi per pianoforte basati sull’esposizione virtuosistica, e anche su una ricerca compositiva che trova come principale ispirazione il sentimento.

Da queste composizioni si lascia trasparire la sua grande conoscenza dei procedimenti compositivi. Alcune delle sue più famose opere sono Preludi e fughe, op 16 e Variazioni su tema di Schumann, op 20.

Scritto da: Bianca Colpani


Articolo precedente

Cinema e Spettacolo

Elezione presidente della Repubblica, la prima votazione.

Alle 15 via alle urne alla Camera. I 1008 Grandi elettori dovranno scegliere il nuovo presidente della Repubblica. Pd, M5S e Leu scelgono la scheda bianca. Stessa ipotesi per FdI, Lega e Forza Italia. Oggi è il giorno del primo voto. Alle 15 alla Camera si sono aperte le urne per la scelta del tredicesimo presidente della Repubblica. Oggi i grandi elettori sono 1.008 tra senatori, deputati e delegati delle Regioni. Le […]

today24 Gennaio 2022

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


0%